Castello della Pieve

Non lontano dall’antica Pieve d’Ico, l’attuale Mercatello sul Metauro, si eleva un castello medievale rimasto quasi intatto e che si collega a vicende dantesche. Domina tutta l’alta valle del Metauro e si presenta ai nostri occhi come un classico insediamento fortificato d’altura.

Rocche, castelli, torri, e antichi borghi murati sono una presenza continua nel territorio appenninico e spesso passano inosservati perché presenti da sempre.

Sparsi in ogni angolo del territorio ci ricordano uno dei primi bisogni dell’uomo: quello di difendersi. Mercatello sul Metauro ridente cittadina al di fuori dei tipici itinerari turistici, ne offre un’importante testimonianza: il Castello della Pieve.

Dante Alighieri

Come ricordato dalla targa sulla torretta d’avvistamento, il castello è famoso per essere stato il luogo dove si decretò l’esilio di Dante Alighieri.

Il 4 ottobre del 1301, infatti, Corso Donati, comandante dei Neri di Firenze andato al potere, firmò numerose condanne all’esilio di esponenti della parte avversa, fra cui quella di Dante, accusato di baratteria, di guadagni illeciti e di opposizione al Papa, e condannato a due anni di esilio, all’ammenda di 500 fiorini e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Importanza Strategica

Abbarbicato su una collina, il castello domina tutta l’alta valle del Metauro e si presenta ai nostri occhi come un classico insediamento fortificato d’altura.

Grazie alla sua posizione ebbe un forte rilievo per la geografia militare dell’antica provincia della Massa Trabaria, ma con il passare del tempo perse la sua funzione militare ed iniziò a popolarsi di abitazioni di contadini, fino a diventare un borgo laborioso e una comunità autonoma e autosufficiente.

Durante il dopoguerra, con la fuga dalle campagne, purtroppo questo fiorente borgo diventò un villaggio fantasma, e corse il rischio di essere perduto per sempre, ma con un’attenta opera di restauro, oggi questo nucleo architettonico costruito in pietra arenaria e dominato dalla sua imponente torre d’avvistamento a pianta quadrata, è tornato a rivivere e regalarci indimenticabili suggestioni.

Aula Verde

Oggi il Castello viene utilizzato per un progetto naturalistico – didattico:
Aula Verde di Castello della Pieve, che ha lo scopo di illustrare ed insegnare agli studenti, che verranno a contatto con l’ambiente e l’eco-sistema locale, come rispettare l’ambiente e come intervenire correttamente su di esso.

Per informazioni e prenotazione:
Comune di Mercatello sul Metauro
Tel. 0722/89144

realizzato da carnevalione - lemarche.it ©

torna su