Corinaldo

Cittadina agricola ed industriale a poca distanza da Senigallia, situata sulla cima di un colle tra le valli del Cesano e del Nevola. Quest’ultima è abbinata ad una pregiata qualità di Verdicchio. Corinaldo è circondata da una bellissima cinta muraria, oltretutto ottimamente conservata, ma deve la sua fama soprattutto al fatto di aver dato i natali a Santa Maria Goretti, martire della purezza all’età di dodici anni. Di Lei è possibile visitare la casa e il monumento che sono all’ingresso del paese. Subito dopo prospetta la Chiesa di San Francesco, grandiosa ma dalla facciata incompiuta. Si arriva alle splendide mura, che gli esperti considerano le più significative di tutta la regione (sec. XXIV-XV): ancor oggi è possibile ammirare porte, torri di difesa e bastioni per un’estensione totale di quasi un chilometro. Si possono anche percorrere suggestivi cammini di ronda. La cripta dedicata a S. Maria Goretti è nella Chiesa dell’Addolorata, barocca, meta di folti pellegrinaggi, mentre un Santuario sempre intitolato alla santa è nella vicina Chiesa di S. Agostino, Da vedere, infine, il bel Palazzo comunale, settecentesco, eretto dal Ciaraffoni.

realizzato da carnevalione - lemarche.it ©

torna su