Corinaldo

Corinaldo è una cittadina agricola ed industriale a poca distanza da Senigallia, situata sulla cima di un colle tra le valli del Cesano e del Nevola.
Quest’ultimo importante sito per la produzione di Verdicchio di pregiata qualità.

Cinta Muraria

Corinaldo è circondata da una bellissima cinta muraria (sec. XXIV-XV), oltretutto ottimamente conservata che si svolge per un perimetro di 912 metri, raggiungendo un’altezza massima di 18 nella Torre dello Sperone.

Percorrendone il perimetro, si incontrano le varie porte: la Porta di San Giovanni, anticamente vi ospitava il Bargello (o barigello ovvero  l’ufficiale che capitanava le forze di polizia) e il Corpo di guardia; la Porta di Santa Maria del Mercato, con i resti di un ponte levatoio e un torrione poligonale; la Torre della Rotonda, caratteristico torrione rotondo in stile rinascimentale, eretta ad opera del celebre architetto militare senese Francesco Di Giorgio Martini; la Torre dello Sperone, con base pentagonale, alta circa 18 metri è il simbolo delle mura di Corinaldo; infine la Porta Nova che accorpa una porta a un torrione cilindrico.

All’interno ancor oggi si possono anche percorrere suggestivi cammini di ronda.

Il Pozzo della Polenta

Attraverso Porta di Santa Maria si accede ad una scalinata che sale sino al borgo, a metà percorso si trova un pozzo, uno dei posti più suggestivi di Corinaldo motivo di una rievocazione storica che vede ogni anno in agosto, figuranti in costumi rinascimentali, partecipare ai festeggiamenti della Contesa del Pozzo della Polenta.
informazioni: www.pozzodellapolenta.it

La Festa delle Streghe

Altro evento che ogni anno attira migliaia di visitatori, è la Festa delle Streghe.
L’elezione di Miss Strega avviene conclude una kermesse che vede l’intera cittadina invasa da personaggi in costumi horror, dal 26 a 31 ottobre.

Santa Maria Goretti

A Corinaldo è nata Santa Maria Goretti, martire della purezza all’età di dodici anni.
Di Lei è possibile visitare la casa e il monumento che sono all’ingresso del paese.
La cripta dedicata a S. Maria Goretti è nella Chiesa dell’Addolorata, in stile barocco, meta di folti pellegrinaggi, mentre un Santuario sempre intitolato alla santa è nella vicina Chiesa di S. Agostino.

Da Vedere

Poco fuori le mura vicino alla Torre dello Sperone si trova la Chiesa di San Francesco, grandiosa ma dalla facciata incompiuta.

Da vedere, infine, il bel Palazzo comunale, settecentesco, eretto dal Ciaraffoni.

realizzato da carnevalione - lemarche.it ©

torna su