Ostra

Ostra si trova su una collina a sud della valle del Misa.

L’antico nome Montalboddo o Monte Bodio indicava il nome del signore proprietario del colle dove si è sviluppato il centro abitato.

Fu popolato dai fuggiaschi della città Ostra distrutta dai Visigoti.

In parecchi si avvicendarono al governo della città ma i Paganelli furono tra tutti, quelli che gestirono il governo per più periodi.

Nel 1230 passò sotto il controllo della città di Jesi. Nel 1399, fu la volta dai Malatesta di Rimini, quindi nel 1416 seguì Braccio da Montone, e infine i Montefeltro.

Infine, il 9 giugno 1454, stanchi dei continui avvicendamenti al potere, i cittadini di Montalboddo fecero atto di dedizione alla Chiesa.

La città è circondata da una importante cinta muraria medievale, lunga 1200 metri, intervallata da torrioni a pianta quadrata.

Nei prossimi giorni a Ostra

Ostra Vetere

Nel 1882 Montenovo, assunse il nome Ostra Vetere “vecchia“, per distinguerlo da quello del comune di Montalboddo, che aveva già ottenuto di chiamarsi Ostra.

Posta su una collina tra le valli del Misa e del Nevola, è facilmente riconoscibile, da lontano, per la caratteristica guglia della chiesa di Santa Maria della Piazza che spicca sul centro storico.

Ostra Vetere fu libero comune nel XII secolo.
Nel 1360 il cardinale Albornoz fece distruggere il castello di Buscareto devastandone il territorio per il tradimento di Niccolò da Buscareto che reggeva la città di Montenovo.

Fondamentalmente Ostra Vetere seguì le vicende delle località legate allo stato Pontificio.

Area archeologica Ostra Antica.

Nei prossimi giorni a Ostra Vetere