da Recanati a Osimo

Itinerario tra poesia religione e incantevoli spiagge

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
E questa siepe, che da tanta parte
Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude …

Pochi versi per entrare nello spirito di questo itinerario sviluppato sulle colline che attorniano la città leopardiana.
Un itinerario che inizia con la visita a Recanati, nei luoghi che hanno ispirato molti versi di Giacomo Leopardi: la Torre del Passero nel chiostro della Chiesa di Sant’Agostino, il Colle dell’Infinito, la Piazzetta del sabato del villaggio sulla quale si affaccia Palazzo Leopardi.

Procedendo verso la costa, si incontra la città di Loreto sovrastata dalla Basilica che contiene la casa dell’Annunciazione.

Poco lontano nella vallata che guarda il Conero, si trova la piccola chiesa della Banderuola, primo sito ove fu posta la casa di Nazareth.

Da qui in pochi minuti si raggiunge il mare di Porto Recanati, importante centro turistico nella Riviera del Conero.

Rimanendo sulla costa, spostandosi verso nord non può mancare una visita ai borghi che si arrampicano sul monte Conero e che completano lo scenario della stupenda Riviera del Conero.

Son tutti lì in un fazzoletto: Portonovo, il Monte Conero con Sirolo e Numana, le gemme della Riviera, i fiori all’occhiello della provincia di Ancona, un tuffo nella natura tra i boschi e le splendide spiagge.

Uscendo dal Parco del Conero si arriva a Camerano, città dalle origini antiche, oggi importante nucleo industriale.

L’itinerario prosegue discendendo da Camerano verso l’Aspio e risalendo il versante opposto per raggiungere la Medievale Offagna.

Dopo la doverosa visita al castello si prosegue verso la meta finale di questo itinerario, la vicina città di Osimo, da cui godere uno stupendo panorama un’altra visione delle colline marchigiane e non solo.

… Così tra questa
Immensità s’annega il pensier mio:
E il naufragar m’è dolce in questo mare.

G. Leopardi

realizzato da carnevalione - lemarche.it ©

torna su